La Piazza

scroscia silente la fontana

fruscio di un vento instabile

sorride l’umore labile

di una percezione ormai lontana

parole , dirette e controllate

riflesso di luce trasparente

magica irradia nella mente

figure all’apparenza immaginate

e continuano i passi della gente

solitudine e compagnia che si fonde

pensieri e passioni profonde

che il mio udito giocoso sente

cresce nel cuore compassione

dolore svanisce colpito

come realtà che incontra infinito

di un mondo ormai sornione

Davide